Viaggi

Tra maschere e gondole: la mia Venezia

Ciao a tutti e buon rientro! Ahimè le vacanze sono finite e per non intristirmi troppo mi rifugio nei ricordi delle vacanze passate, e oggi vi voglio raccontare della mia vacanza a Venezia.

Parliamo del lontano 2013, in particolare del febbraio di quell’anno; io e il mio compagno abbiamo deciso di fare la nostra prima vacanza insieme e abbiamo scelto di visitare Venezia durante il carnevale. Beh che c’è da dire se non che la città diventa magica in questo periodo! Sembra di tornare indietro nel tempo, al tempo del doge nella bellezza degli abiti e dei gesti delle persone di quell’epoca. Persone in maschera in ogni dove, anche dove non te le aspetti che rendono la città unica.

Venezia è bella non solo per il carnevale, ma anche per le sue innumerevoli calli, nella quale è bello perdersi e osservare ogni dettaglio che la città offre. Poi ovvio c’è piazza san Marco e la sua basilica, il ponte dei sospiri, la laguna e l’isola di Burano per le sue case colorate e Murano per gli artigiani vetrai, che meritano di essere viste almeno una volta nella vita!

E qui do i miei soliti consigli su come non spendere un capitale 😉. In primis consiglio di alloggiare a Mestre e non a Venezia, in quanto gli alberghi sono molto più economici e comunque è possibile raggiungere Venezia comodamente con il bus. Per quanto riguarda i mezzi esiste una tessera che permette di usare tutti i mezzi, compresi i vaporetti per i giovani tra i 6 e i 29 anni. Con 6 euro di tessera, è possibile risparmiare un bel po’ sull’ abbonamento ai mezzi. Qui il link

https://www.veneziaunica.it/it/content/rolling-venice

Ora è possibile, per tutti, creare una propria tessera turistica e modificarla a seconda di quello che vuole, come trasporti, ingressi ai musei ecc. Ecco il link

https://www.veneziaunica.it/it/e-commerce/services

Per mangiare state molto attenti alle “inculate” per turisti che fanno i ristoratori, evitate piazza san marco e consultate il buon vecchio Tripadvisor!

Beh ora decidete il vostro itinerario e, guida alla mano, esplorate la città!!

Un bacione😘

Simona

Annunci
Viaggi

Le mie vacanze romane: come visitare Roma senza spendere una fortuna!

Ciao a tutti,

Come si può capire dal titolo, questo articolo racconterà la mia esperienza a Roma, in particolare come non spendere una fortuna.

  • Dove alloggiare: alloggiare a Roma è molto costoso, soprattutto nelle zone centrali. Le zone romane dove l’alloggio è più economico è zona Termini o monte Mario, ma sono zone un pochino poco sicure e un po’ degradate. La soluzione è alloggiare nel Vaticano; ci sono molti appartamenti, alberghi o case della chiesa che hanno prezzi buoni!! Per raggiungere il centro di Roma poi ci si può sempre spostare con i mezzi. Questo è il link della struttura dove ho alloggiato http://www.casaravascosanpietro.com
  • Roma pass: la Roma pass è una tessera che ha validità 48/72 ore che da la possibilità di usare i mezzi di trasporto in Roma e Vaticano quante volte si vuole e, in più, da degli sconti e agevolazioni nei musei e siti storici. http://www.romapass.it/it/le-card/
  • Cosa mangiare: il cibo più diffuso a Roma è la pizza al taglio e il gelato. Anche i supplì sono buonissimi da provare. Questo sono alcune delle cose da street food che ho provato!! Per mangiare una pizza al taglio come si deve, consiglio Pizzarium by Bonci (http://www.bonci.it) e Pizza Zizza, da loro assaggiate anche i supplì( https://m.facebook.com/Pizza-Zizza-Caffetteria-Birreria-Desserteria-1554760488075633/?fref=ts ) Poi ci sono tutte le specialità Romane, come la pasta cacio e pepe, la carbonara, i saltimbocca ecc… Gnammi!! Vi consiglio questi due ristoranti: https://www.tripadvisor.it/Restaurant_Review-g187791-d1034642-Reviews-Osteria_dell_Angelo-Rome_Lazio.html#PAGE https://www.tripadvisor.it/Restaurant_Review-g187791-d2018918-Reviews-Hostaria_de_Pastini-Rome_Lazio.html

Consiglio di comprare una borraccia perché a Roma ci sono tantissime fontanelle potabili e in più le casette dell’acqua erogano acqua gratuitamente!

Queste sono le mie chicche per non farsi fregare e godersi Roma al meglio. Visitate i musei vaticani ma comprate il biglietto online, altrimenti vi ritroverete a fare una coda chilometrica!

Voi avete visitato Roma? Cosa consigliereste a chi deve visitarla?

Simona😘

Shopping

Shopping low cost: Kiabi

Ciao a tutti,

Oggi volevo parlare di shopping low cost e in particolare di uno dei negozi dove mi reco principalmente: Kiabi.

È una catena di negozi francese che offre un’ampia scelta di abbigliamento uomo, donna e bambino, di tutte le categorie e tutte le taglie. Il rapporto qualità prezzo è buona e in particolare si possono trovare dei capi davvero sfiziosi che possono accontentare i gusti di tutti. Io mi reco spesso in questo negozio anche perché la moda che propone per le taglie curvy è adatta a tutte le età. Molto spesso le taglie sopra la 48 offrono una moda un po’ da “signorotta” ed è difficile trovare capi d’abbigliamento un po’ giovanili, ma da Kiabi questo non è un problema!! Perché essere curvy non deve essere motivo di non poter indossare quello che si vuole!! 😉

Voi conoscete questa catena di negozi?

Al prossimo articolo, se questo caldo non mi scioglie prima🔥

Simona 😘

https://www.kiabi.it

Recensione libri

Letture estive: “Le Braci” di Sándor Márai

Ciao a tutti,

Oggi vi propongo la recensione di uno degli ultimi romanzi che ho letto, ovvero “Le braci” di Sándor Márai.

Tralasciando la trama che è reperibilissima online, così come le informazioni tecniche (numero pagine, casa editrice, etc. ), voglio darvi le mie impressioni su questo romanzo. Io non conoscevo questo titolo e l’ho scoperto per caso grazie ad una Youtuber che seguo, che ne parlava con entusiasmo e così mi sono convinta a prenderlo in biblioteca. È un libro veramente bello, che omaggia l’amicizia più vera e profonda che molto spesso cela segreti apparentemente inconfessabili, che dopo tanti anni vengono svelati. È una lettura molto piacevole che porta il lettore a immedesimarsi nei personaggi in maniera molto soggettiva, ponendosi la domanda “cosa avrei fatto io al loro posto? ” . Unica nota negativa è la scelta del vocabolario, delle volte un po’ ricercato.

Consigliato.

Cosa state leggendo di bello? Avete dei titoli da consigliare?

Saluti

Simona 😘

cucina

Colazione golosa: Pancakes

Ciao a tutti, oggi vi propongo una ricetta molto golosa per iniziare la giornata con un po’ di dolcezza in più, ovvero i pancakes🥞!! Come ogni prodotto fatto in casa richiede un po’ più tempo, ma a mio avviso ne vale la pena.

Prepararli è molto semplice, bastano solamente questi ingredienti:

-1 uovo

-40 gr di zucchero

-100 gr di farina

-100 ml di latte

-mezzo cucchiaino di bicarbonato

-un cucchiaino di succo di limone

-miele, marmellata o nutella per guarnire

Preparazione:

In un contenitore rompere l’uovo e sbatterlo insieme allo zucchero con una forchetta o frusta. Nel frattempo unire la farina un po’ per volta continuando a mischiare gli ingredienti. Aggiungere il bicarbonato e versare sopra il limone (questo sostituirà il lievito e renderà i pancakes più digeribili). Prendere una padella antiaderente e ungetela con dell’olio di semi. Versare il composto nella padella un po’ per volta e, nel momento in cui si creeranno delle bollicine è arrivato il momento di girarlo. Andate avanti così fino a quando non terminerete l’impasto.

Con questa ricetta otterrete circa 3/4 pancakes,una porzione per una persona. Se dovete ottenere più pancakes basterà raddoppiare le dosi a in proporzione a quanti ne dovete preparare. Come guarnizione io uso il miele di castagno che, con il suo gusto un po’ amaro, contrasta la dolcezza del pancakes, ma si può abbinare anche con la Nutella o marmellata o frutta fresca.

Quale è la vostra chicca per una colazione un po’ diversa dal solito?

Al prossimo articolo

Simona 😘

Viaggi

Amunt!! Road to Valencia

Ciao a tutti,

Oggi vi vorrei parlare del mio viaggio a Valencia, che ho fatto nel 2015 in occasione della mia laurea🎓. Ho visitato la città in Agosto e ci sono stata per 6 giorni.

Io e il moroso siamo partiti dall’aeroporto di Orio al Serio (Bg) e siamo atterrati all’aeroporto di Valencia e il volo è durato un’ora e un quarto. La città è servita in maniera eccellente per quanto riguarda i mezzi di trasporto, infatti dall’aeroporto parte la metro che ti porta in quasi tutte le parti della città, infatti ci sono ben 5 linee. Lo stesso vale anche per i pullman, che offrono un servizio sia diurno che notturno, potendo raggiungere ogni angolo della città. È possibile anche comprare la “Valencia tourist card“, una tessera che può durare 24,48 o 72 ore e da la possibilità di utilizzare tutti i mezzi della città senza ogni volta comprare il singolo biglietto, un ottimo modo per save the money💰! Lascio qui il link per chi volesse saperne di più⬇️⬇️

https://www.visitvalencia.com/it/valencia-tourist-card

A Valencia c’è moltissimo da visitare, dai parchi, alle chiese e attrazioni varie. Tappa obbligatoria, per me, “la ciutat de les Arts i les Ciències“, ovvero il famoso complesso museale che comprende il “Palau de les Arts” , “Hemisfèric”, “Meseo de les Ciències”, “Umbracle”, “Àgora” e il bellissimo “Oceanogràfic“, il più grande oceanografico d’Europa.

Per chi è amante del calcio non può mancare la visita allo stadio “Mestalla“, dove gioca la squadra di calcio della città. È possibile fare un tour all’interno dello stadio, ammirando le coppe e le vecchie maglie, gli spogliatoi, la sala stampa e infine il prato con la possibilità di sedersi nella panchina del Valencia.

Il centro storico merita di essere visto per la quantità di edifici e monumenti, dalla cattedrale, alla “plaza del Ayuntamiento”, la “Lonja de la seda“, le torri e tutto il “paseo”, dove è possibile tapear . Anche il “Mercado central” e il ” Mercado de Colon” sono molto caratteristici e si possono trovare prodotti tipici locali.

Per quanto riguarda il settore cibo, il piatto più famoso è la paella e il miglior posto dove gustarla è di sicuro alla “Malvarossa” (ovvero al mare) !!⚠️ E ricordati, la paella valenciana è con il pollo non quella mista!! Se si vuole gustare il pesce al migliore dei modi, “La lonja del pescado” è il posto che fa per voi, un ristorantino molto semplice vicino al porto che offre ogni giorno pesce freschissimo di giornata. Vi lascio il link di Tripadvisor ⬇️⬇️

https://www.tripadvisor.it/LocationPhotoDirectLink-g187529-d987403-i101383113-La_Lonja_del_Pescado-Valencia_Province_of_Valencia_Valencian_Country.html

Per il nostro viaggio abbiamo comprato una guida turistica che vi consiglio molto, perché piccola ma completa nei contenuti, ovvero la guida della Lonely Planet Valencia Pocket.

81MhfRiUQ7L

Questo è tutto! Ho fatto un sunto di quello che è stata la mia esperienza di viaggio. Voi siete stati a valencia? Cosa avete visto? Cosa vi è piaciuto e cosa no? Fatemelo sapere con un commento!!

Al prossimo articolo

Simona 😘

Tatuaggi

I tatuaggi

Ciao a tutti,

Oggi vi vorrei parlare dei tatuaggi, in particolare della mia esperienza.

Io ho sempre voluto tatuarmi; sin da quando ero adolescente, il mondo dei tattoo mi ha sempre affascinato. Purtroppo essendo piccola, il consenso per potermi tatuare (e i soldi 😁) doveva arrivare dai miei genitori  i quali era molto restii per questo genere di cose. Così ho aspettato tanti anni e in occasione del mio viaggio di laurea a Valencia, ho deciso di fare il mio primo tatuaggio. Mi sono informata su internet per trovare un tatuatore e, una volta trovato, l’ho contattato e ho preso appuntamento. Naturalmente ai miei genitori non ho detto nulla di tutto,di fatto loro lo hanno saputo la sera!! Il mio primo tatuaggio è stata la scritta Omnia vincit amor, ovvero l’amore vince tutto.

davDa questo momento in poi, la voglia di tatuarmi è aumentata sempre di più. Idee nuove affiorano ogni giorno ma purtroppo tatuarsi ha un costo abbastanza alto. Per quanto riguarda i miei genitori, hanno cambiato opinione riguardo al mondo dei tattoo tanto che hanno iniziato a tatuarsi anche loro!!

Il mio secondo tatuaggio è dedicato a “il piccolo principe” , un libro bellissimo e carico di insegnamenti profondi. FB_IMG_1510768138295

Il mio terzo tatuaggio è dedicato al mondo dei gatti e in particolare ai miei gatti. È realizzato con la tecnica “watercolor”.

IMG-20171116-WA0004Il mio quarto tatuaggio è stato realizzato durante un “work-in” ,ovvero senza appuntamento. È un cuore semplicemente bello.IMG-20180506-WA0008

Il mio quinto tatuaggio è una scritta che rappresenta un po’ me stessa, ovvero la vita, l’amore e la risata.

dav

Il mio sesto e ultimo tatuaggio (per ora😁) è dedicato al mondo di “Harry Potter” e sono i tre doni della morte.

 


dig

Questo è quanto, i tatuaggi decorano il mio corpo e raccontano un po’ la mia vita.

E voi avete tatuaggi? Vi piacciono oppure li detestate?

A presto

Simona